giovedì 4 giugno 2009

Viva L'Italia


Leggendo le dichiarazioni del ministro Frattini in risposta alle affermazioni di Massimo D'Alema mi vengono spontanee alcune considerazioni.
In primo luogo non credo di ravvisare nelle parole di Massimo D'Alema un qualunque tipo di compiacimento nel dire che all'estero hanno oggi una pessima visione dell'Italia, anzi ritengo che le sue osservazioni siano assolutamente piene di dispiacere per dei commenti che pesano sulla nostra gente come macigni. Inoltre mi rendo sempre più conto che la corte del Cavaliere ormai direbbe di tutto pur di cercare di proteggerlo e quindi si riesce (gioco veramente complesso e di altissimo funabolismo verbale) a unire concetti assolutamente antitetici. Il ministro Frattini ha detto che: "Io sono orgoglioso di essere italiano, perchè l'Italia è un Paese fatto da uomini e donne coraggiosi. Nessun italiano dovrebbe ridere del fatto che qualcuno all'estero ride dell'Italia" , quindi siamo d'acordo che all'estero si ride del nostro paese, poi prosegue: "La sinistra, che non ha nè identità, nè cuore, nè anima, gioca denigrando e irridendo l'immagine dell'Italia nel mondo. Questo - ha chiarito - è inaccettabile. Si pubblicano articoli in Italia, vengono tradotti in inglese e inviati nelle redazioni di Londra e Bruxelles, e quindi ripubblicati in Italia creando una rete promossa da italiani nemici dell'Italia nel mondo, una rete di stampa internazionale ostile al governo di Roma", da questa affermazione deriva che la solita sinistra italiana ha tanto potere da condizionare e influenzare la stampa di tutto il mondo addirittura costringendola a pubblicare articoli scritti in Italia e tradotti per poi ritornare come un boomerang e screditare la nostra immagine, siamo veramente al paradosso pirandelliano. La stampa estera di qualunque orientamento politico (conservatrice o progressista che sia) ha scritto in quest'ultimo periodo cose terribili sul cavaliere ma io mi chiedo se è verosimile pensare anche solo per un istante che la sinistra italiana è così potente da influenzare tutte le testate del mondo. Inoltre bisogna ricordare al Ministro Frattini che se lui pensa questo probabilmente l'idea distorta e che si può influenzare la stampa cosa che invece fuori dall'Italia viene ancora considerato come dire...riprorevole
Per ultimo la chiosa delle dichiarazioni del ministro attacca personalmente D'Alema: "Io mi sarei vergognato di dire una cosa del genere - ha detto Frattini -. Nessun italiano dovrebbe scherzare sul fatto che qualcuno fuori ride del proprio Paese. Noi abbiamo il dovere di dire che l'Italia è fatta di donne e uomini coraggiosi, di esserne orgogliosi", se si vanno a rivedere le dichiarazioni fatte proprio da D'Alema si riscontra proprio questo ossia un dolore nel constatare che all'estero si parla male di noi che ancora oggi siamo un popolo fatto di tante persone oneste, e apprezzate per la nostra correttezza, capacità di lavorare, bontà d'animo. Diciamo che in un eccesso sofistico basta dire la stessa cosa del nostro avversario dialettico e ribaltarla dicendo che siete voi a sostenere quella tesi e che anzi lui l'avversa...Gorgia non avrebbe saputo fare di meglio!!!!
Chi ha contatti con l'estero si rende conto che per adesso il sentire comune parte da un assunto diverso ossia all'estero ci si chiede:"ma come è possibile che un popolo come quello italiano onesto e perbene possa ancora sopportare tutto questo teatrino di bassa lega? Come è possibile che ancora accettano un premier come il cavaliere? Come è possibile che ancora avvenga tutto questo?
Qualche tempo fa ho accompagnato un docente italo americano dell'Università di Harvard e nella strada dall'aeroporto alla città parlavamo della situazione politica e il suo commento era "avete un premier buffone, è un clown", queste parole mi ritornano in mente dopo l'editoriale del Times dei giorni scorsi.
Io sono orgoglioso di essere italiano, ma sono profondamente disperato nel vedere che la nostra immagine sia così devastata da questa classe politica da avanspettacolo. In questi giorni in inghilterra si sta distruggendo un intero governo in quanto si sono scoperti dei rimborsi spese gonfiati per cifre che onestamente a volte sono veramente risibili. Il ministro degli interni Jacqui Smith si è dimessa perchè in un rimborso spese si è evidenziato che il marito aveva speso ben 67 sterline (circa 70 euro) per della pay per view pornografica, e da noi un Capo del Governo con un elenco impressionante di accuse varie per i misfatti più disparati, compreso l'ultimo ossia abuso d'ufficio nell'uso di aerei di stato, si permette di andare alla solita trasmissione televisiva e dire che non ha intenzione di mollare nè tantomeno di dimettersi, ecco queste sono le cose che spiegano al Ministro Frattini il perchè all'estero ci considerano ormai come un paese da operetta, e lui da Ministro degli Esteri queste cose dovrebbe proprio saperle.
Ripeto io sono orgoglioso di essere italiano, di essere nato in questa patria e con il bagaglio storico e culturale sulle spalle dato da secoli di grandi uomini che hanno fatto la storia, ma proprio per questo risulta quasi impossibile accettare di essere messi alla berlina per gli atteggiamenti assurdi di tutta una classe politica.
Viva L'italia

1 commento:

  1. sono assolutamnete d'accordo con te ...io sonoorgogliosa di essere italiana ma questo non significa dovere nascondere tutte le brutture e le falsità del nostro paese e nascondersi dietro una bandiera o falso patriottismo....

    RispondiElimina