mercoledì 15 luglio 2009

Viva Palermo e Santa Rosalia


Il festino, la festa più amata dai palermitani dedicata alla loro "santuzza" si è esaurita tra i botti dei giochi di fuoco alla marina di stanotte.
Questo però è un festino particolare. Un festino in austerity, sottotono, perchè non ci sono soldi, non ci sono risorse, il Comune di Palermo è in deficit, anzi per dirla tutta ha proprio le pezze al culo!
Ieri, prudentemente, il Sindaco ha evitato di farsi vedere e come è ormai sua abitudine non è salito sul carro della Santuzza per intonare il classico "Viva Palermo e Santa Rosalia" lui dice che non è un attore anche se in realtà la parte dell'assente la recita benissimo. Comunque ha fatto bene visto che il principale artefice dello sfacelo panormita degli ultimi anni è proprio lui e quindi ha da temere le reazioni...di chi?...intanto dei palermitani, quelli senza casa, quelli dimenticati, quelli che stanno bene ma non sopportano la puzza di monnezza per le strade, quelli che non capiscono perchè il centro di Palermo la sera si trasforma in un suk di vendita di cianfrusaglie, quelli senza lavoro e quelli che il lavoro c'è l'hanno ma non sanno come pagare una tarsu esorbitante per permettere ai vertici del'AMIA di andare a Dubai a fare corsi di pasticceria (visto che ormai il termine torte indica dei bei festini piccanti...). Ci sono ancora i palermitani che semplicemente sono stufi di non sapere come sono spesi i loro soldi, ci sono palermitani che si chiedono perchè il Comune di Palermo sia così pieno di consulenze strapagate, ci sono dipendenti comunali scontenti perchè pagati una miseria e costretti ad avallare follie pure...Insomma c'è di tutto, c'è la Palermo ricca e qulla miserabile, quella europea e quella provinciale, quella santa e quella puttana diciamo che il nostro primo cittadino mette d'accordo ormai tutti.
Il Comune di Palermo non ha soldi...è vero ma è anche vero che negli ultimi anni con la firma del predetto primo cittadino e con la collusione di tutta una classe politica che lo circonda si sono operati dei veri e propri disastri. IL Comune di Palermo è uno di quelli in Italia con più consulenti esterni. Il numero è imprecisato ma ci sono alcune LEGGENDE METROPOLITANE veramente spettacolari tipo "arzillo ultranovantenne architetto che come consulente del Comune saltella da un cantiere all'altro e alla fine presenta una parcella a cinque zeri" oppure un consulente che nomina in autonomia un suo consulente perchè ha bisogno di un aiuto (quindi siamo al consulente del consulente) oppure la progettazione di un roseto, si avete capito bene un roseto per una cifra a cinque zeri o ancora, è questa è una notizia e non una leggenda, il Comune di Palermo in questi anni ha pagato come consulenti esterni ben 10 dico 10 addetti stampa e adesso bandisce un concorso per 13 posti di addetto stampa per creare con qualche anno di ritardo (appena NOVE legge 150/2000) rispetto alle leggi vigenti un ufficio stampa strutturato...piccolo particolare MONTECITORIO HA SOLO 5 ADDETTI STAMPA! Palermo è sicuramente più importante di Montecitorio ma a parte questo in barba a tutte le leggi il concorso viene bandito senza prima accertarsi se all'interno degli uffici del Comune esiste qualcuno che abbia la professionalità per ricoprire quel ruolo e siccome nei tanti uffici del Comune ci sono pubblicisti di vario tipo e anche una giornalista professionista questi non possono accedere all'ufficio stampa perchè non sono mai stati interpellati da nessuno...oggi la Corte dei conti indaga e fa bene e gli altarini con o senza santuzza salteranno fuori.
Gli sprechi panormiti sono stati sotto gli occhi di tutti e ormai non sono più mascherabili si sono spesi migliaia di euro per spot pubblicitari mai utilizzati, per viaggi assurdi, per consulenti inutili, per stabilizzare personale che non serve, per assumere personale inutile perche in realtà con un pò di razionalizzazzione delle risorse umane già era presente nella pianta organica del Comune (la corte dei conti indaga su ben 3000 posti di lavoro inutili all'interno delle strutture comunali.
In conclusione il Sindaco ha fatto bene a defilarsi dal festino che come sempre è festa dei palermitani, della gente di Palermo, tutta sia di quella che si accalca al Foro Italico, sia di quella che preferisce seguirlo da casa, ma è una festa di tutti e tutti sia con fare serio sia con fare disincantato non possiamo fare altro che rivolgere una preghiera alla Santuzza che ci liberi da queste persone perchè sono loro LA VERA PESTE DEI NOSTRI ANNI
VIVA PALERMO E SANTA ROSALIA

Vi regalo alcune immagini del Festino di ieri sera realizzate da Salvo Cangemi mio allievo ai corsi di fotografia, eccezionale video maker e amico

Nessun commento:

Posta un commento