sabato 29 agosto 2009

LE DIECI DOMANDE

E' lecito fare domande?


Tra i trastulli del cavaliere, sappiamo già da altri post, vi è quello di mantenere un personale Gollum ossia il buon Ghedini, che fa anche l'avvocato e quindi, siccome fino adesso non aveva meritato "il suo tesooooro" ossia la parcella, alla fine delle vacanze in un momento di rientro, quindi di confusione popolare, decide che è arrivato il tempo per denunciare un giornale ossia Repubblica per il fatto di aver - incredibile dictu - POSTO DELLE DOMANDE!!!!!!!!!
Nella storia i rapporti tra i potenti e la stampa non sono mai stati teneri ma questa contrapposizione fa parte della fisiologia di un paese democratico, la stampa silenziosa ed ossequiante è SOLA DELLE DITTATURE.
Il Cavaliere vorrebbe un modello di stampa simile a quella cara al suo amico Putin ossia di regime tanto che oggi in Russia le voci fuori dal coro spesso vengono messe a tacere con metodi...drastici.
Vi invito a leggere un interessante articolo ed un reportage sul giornalismo in Russia scritto e fotografato da Ilenia Piccioni sull'ultimo numero di Witness Journal dal titolo embelmatico "Russia giornalismo sotto attacco"

In questi giorni negli USA ho avuto modo di seguire il dibattito tra il Presidente Obama e tutta l'opinine pubblica relativo alla nuova legge sanitaria e mi rendevo conto che in un altro mondo un premier può essere ampiamente criticato dalla stampa anche per avere usato parole complesse per spiegare una legge (NY Times e USA today di circa una settimana fa) tanto da dover poi giustificarsi di fronte alla nazione con una conferenza stampa effettuata via internet e aperta a tutti quelli (anche i comuni cittadini) che volevano rivolgergli delle DOMANDE...
Da noi chi fa domande viene denunciato...
Nel prossimo post allego le dieci domande di Repubblica perchè non esiste democrazia, non esiste libertà se non esiste una stampa libera ed indipendente dai quotidiani ai blog...CHE CI DENUNCI TUTTI

venerdì 28 agosto 2009

Ritorno da un altro mondo


Appena tornato da un periodo negli USA mi rendo conto che nella nostra povera italietta tutto va giù a rotta di collo. Fra migranti assassinati da decreti legge e vari ricatti leghisti siamo un paese da operetta.
Alcuni piccoli segnali mi fanno capire che oggi per noi poveri abitanti del centro sud italia necessita avere il passaporto per accedere alla padania (si la padania quel gruppo di regioni che una volta facevano parte di un paese sovrano chiamato Italia e che oggi si vanno sempre più separando), inoltre diventa sempre più indispensabile cercare di non essere multietnici, vige sempre più il concetto della purezza della razza padana comprensiva di dialetto, propria televisione (fiction sottotitolate, telegiornali in lingua) etc. etc.
Insomma le rivendicazioni di Bossi e compagni stanno imperversando come e peggio di un uragano (Katrina è una stupidaggine in confronto), e mentre nel mondo si parla di cose serie noi ci ritroviamo a discutere solo di stupidaggini.
In America si sente palpabile la voglia di superare una crisi rimboccandosi le maniche e anche se lì i problemi ci sono e molto gravi (sono stato a Detroit e mi sono reso conto che il più grande polo automobilistico del mondo si trova in una vera e propria città fantasma tante sono le case abbandonate ed in vendita) però c'è la volontà di andare avanti e ritrovare una vita normale.
Invece noi parliamo di meritocrazia e poi un pluribocciato si permette di insultare persone solo perchè, meno fortunate di lui, si trovano costrette a lasciare i loro paesi in cerca di fortuna e di un futuro migliore. Il colore della pelle non c'entra il grave e che si tratta di persone offese da un...ignorante, analfabeta

domenica 2 agosto 2009

Riflessioni vacanziere sull'Italia e PapiPio


L'aria decisamente è diventata vacanziera; diciamo che siamo tutti più rilassati, per qualche settimana non si sentirà parlare di provvedimenti approvati a colpi di fiducia dal governo, non si sentirà parlare di leggi assurde fatte per "il bene della gente" e almeno per qualche settimana lo spirito del povero italiano medio potrà ricaricarsi in attesa di un autunno che si prospetta veramente al calor bianco. Ne vedremo delle belle.
Si perchè al ritorno dalle ferie, troveremo un Italia povera, ma anche sull'orlo del collasso perchè a fine settembre si esuriscono gli ammortizzatori sociali e molte casse integrazioni non si potranno rinnovare con l'evidente conseguenza che tante aziende dovranno licenziare chissà quanti dipendenti, le università (una grande quantità di università) bocciate saranno sull'orlo della bancarotta perchè non ci saranno soldi e quindi daremo anche una bella mazzata all'istruzione in Italia, insieme ovviamente al teatro, all'arte e alla cultura che a quanto pare non sono particolarmente gradite al nostro governo (ma d'altro canto se teniamo conto che uno dei ministri è diplomato alla scuola radio elettra e il nostro primo ministro ritiene che il miglior libro di testo sia Playboy...); intanto ci dimostriamo campioni di ospitalità nei confronti degli stranieri e quindi cerchiamo di farli sentire a casa proprio come ci sentiamo noi ogni giorno ossia...FOTTUTI!!!!!
Insomma un quadro veramente esaltante, un quadro positivo condito dalla presenza di tutta una serie di persone che anche in questo periodo non perdono occasione per tacere (mi riferisco a persone di tutti i tipi da Capezzone che dà addosso a chi oggi ha fischiato Bondi a Bologna a D'Alema che non tollera la situazione giudiziaria barese).
Oggi in realtà forse sto mettendo parole in libertà però credo che anche questo faccia parte della rilassatezza estiva, e in definitiva della totale incapacità di trovare anche solo un tema serio di cui parlare. Già perchè per adesso tutto sembra assolutamente melmoso e gli sprazzi di notizie che si leggono sui giornali sono solo avvisaglie di cose che avverranno.
Oggi Grillo ha finalmente annunciato di volere fondare un partito...bene vediamo cosa succederà.
A settembre aspettiamo la sentenza della corte costituzionale sul lodo Alfano...vedremo cosa succederà.
Insomma è tutto in progress ed è tutto fermo sotto l'ombrellone, o sul famoso passante di Mestre (a proposito grande furbata creare un passante a tre corsie che si immette in una autostrada a due corsie un favoloso imbuto devo dire eh sono proprio dei geni)per la pausa estiva. Quindi buone vacanze a tutti,
agli operai della Fiat di Termini Imerese che adesso sperano nella Toyota per continuare a lavorare,

ai parlamentari che continuano a fare quello per cui li paghiamo ossia niente (solo che per ora lo fanno sotto l'ombrellone),

agli OTTO MILIONI di poveri italiani,

a tutti quelli che credono che finalmente anche in Italia è stata approvata la pillola abortiva lasciando al singolo la libertà di scegliere se usarla o no,

a chi continua a fare ricerca nonostante tutto e pensa che è folle doverla fare solo andando all'estero,

e a PAPI SILVIO che ha deciso di dare una svolta alla sua dissoluta vita recandosi in pellegrinaggio da Padre Pio dove i monaci saranno ben felice di accogliere la pecorella smarrita dal portafoglio gonfio che vuole comprarsi la benevolenza di alcuni cattolici con offerte in oro e gemme. L'unica cosa che mi chiedo è quando il povero padre Pio ritorna in terra incazzato come un bufalo per fare fuori tutti quegli avidi simoniaci del convento di Petralcina.