venerdì 5 giugno 2009

Le foto proibite

Parlando ai ragazzi a cui faccio i corsi di fotogiornalismo, mi capita di dedicare un intero incontro proprio al diritto d'immagine e al diritto d'autore. Quando leggo che per le foto pubblicate da El Pais si invocano reati di vario tipo e si minacciano denuncie mi viene da sorridere. In tutto il mondo esistono delle regole e delle leggi che regolano il diritto d'immagine. Chiaramente da paese a paese vi sono norme diverse ma molte sono racchiuse in trattati internazionali e comunque sono comuni a molti paesi come ad esempio Italia e Spagna. Per intenderci sia in Italia che in Spagna è in vigore una legge che tutela i diritti fondamentali del cittadino europeo (carta fondamentale dei diritti), però esistono anche una serie di norme che regolano la pubblicazione di foto di personaggi noti e di semplici cittadini. Il principio di base sancisce la impossibilità alla pubblicazione di immagini senza autorizzazione di una persona non nota ritratta nella sua intimità qualora sia RICONOSCIBILE. Sempre le stesse norme sanciscono che una persona nota non può appellarsi a tale norma tranne in un caso ossia se le immagini scattate in un contesto privato siano lesive della sua dignità. Tali leggi risultano essere fondamentali in questo contesto. Il collega reporter Antonello Zappadu che ben conosce queste norme ha provveduto a rendere pubblicabili le immagini senza autorizzazione rendendo irriconoscibili i volti di tutte le persone tranne quella del premier che è un personaggio noto in un ocntesto non lesivo della sua dignità. Pertanto visto che lo stesso premier ha dichiarato che si tratta di foto innocenti e quindi non lesive di nulla perchè minacciare denuncie. E poi in fondo visto che le minacce comprendono tutti quelli che le pubblicano credo proprio che debbano denunciare alcune migliaia di persone nel mondo...mi sembra eccessivo. Intanto vista la curiosità che suscitano tanto vale vederle e magari aggiungerci un pò di musica...

Nessun commento:

Posta un commento