sabato 13 giugno 2009

Il Gollum del Cavaliere e la libertà di stampa


PREMESSA
Mi riesce sempre più difficile cercare di restare obiettivo davanti a tutto quello che succede e sopratutto cercare di non considerare sempre tutto solo da un punto di vista. Nonostante ciò visto il dibattito acceso in questi giorni dal DDL sulle intercettazioni mi piacerebbe condividere alcuni miei dubbi.
Qualunque DDL di questo governo è evidentemente inficiato dal suo sempre più imbarazzante Presidente del Consiglio e da un uso assurdo della "fiducia" parlamentare per non avere contrasti, però è anche vero che nel tempo alcune volte si è decisamente esagerato. Le intercettazioni telefoniche sono un mezzo indispensabile (ne parleremo dopo) ma l'uso delle intercettazioni da parte della stampa non sempre è stato del tutto legato al diritto di cronaca, portando a sbattere il mostro in prima pagina quando poi magari il mostro non era quello che veniva dipinto. Per carità magari sono casi rari, casi legati alla cronaca locale (che uccide una reputazione più di quella nazionale a volte) ma ci sono stati ed è giusto criticare il comportamento di quei giornalisti che si comportano in maniera scorretta.
Altro punto sicuramente controverso è legato al diritto di cronaca e ala riservatezza di alcune indagini. Spesso il pubblicare la fotografia di questo o di quel magistrato che si occupa di un inchiesta può essere dannoso anche per il magistrato stesso oltre che l'effetto mediatico che ne deriva.
Chiusa questa doverosa premessa teniamo conto di quello che è successo in questi giorni.

IL DECRETO LEGGE
Il DDL Alfano sulle intercettazioni varato l'11 giugno alla Camera risulta essere in molti punti assolutamente delirante vediamo quali:
- non è possibile effettuare intercettazioni tranne che non vi siano "sufficienti indizi di COLPEVOLEZZA” per tutta una serie di reati che comprendono pene superiori a cinque anni fra queste ricordiamo cosuccie tipo pedofilia, traffico di droga, sequestro di persona, riduzione in schiavitù. MI CHIEDO MA SE IO HO GIA' SUFFICIENTI INDIZI DI COLPEVOLEZZA COSA ME NE FACCIO DELLE INTERCETTAZIONI?
- se vengono autorizzate le intercettazioni non si possono protrarre per più di 30 giorni prolungabili a 45 su richiesta. PERFETTO IO FACCIO UN SEQUESTRO DI PERSONA BASTA CHE MI STO ZITTO PER I PRIMI 45 GIORNI POI POSSO DIRE TUTTO QUELLO CHE VOGLIO TANTO NON MI POSSONO INTERCETTARE....
- chi diffonde o pubblica notizie relative ad intercettazioni adesso rischia IL CARCERE da tre mesi a 6 anni più multe salatissime (svariati migliaia di €) per i direttori e gli editori non solo si equiparano con una dicitura generica "siti informatici" le testate giornalistiche registrate e i blogger...SONO GIA' FUORILEGGE....BRRRRRRR CHE PAURA - il lato positivo che posso dichiararmi collega della buonanima di Enzo Biagi...

DUBBI E OSSERVAZIONI
Sicuramente spesso si eccede, sicuramente spesso si sbaglia, sicuramente spesso si può fare un errore di persona e rovinare una vita ma è altrettanto vero che in uno stato di diritto e democratico chi IMBAVAGLIA l'informazione ha una sola definizione: DITTATORE E FASCISTA
Esistono altri mezzi per difendersi, esiste la querela per diffamazione e si può imporre alle testate giornalistiche di effettuare rettifiche dando un ampio rilievo alla notizia. Esistono i mezzi democratici e CIVILI per potere essere realmente garantisti del principio che una persona è innocente fino a che non viene dimostrato il contrario.
La verità è che siamo diventati un paese DELIRANTE E AGONIZZANTE. Il Cavaliere pur di proteggere se stesso e i suoi accoliti farebbe di tutto e difatti lo fa questa è una evidente ulteriore legge "ad personam" devastante per la giustizia che perde mezzi fondamentali di indagine e quindi rischia di non potere perseguire i criminali, ed è devastante per la libertà di informazione che viene limitata in maniera pesante...tranne che...non si attui quello che si chiama.....DISOBBEDIENZA CIVILE

PS: Tanto per continuare la saga di Villa Certosa ovviamente si viene a sapere che esistono altre 5000 foto innocenti tipo quella di Topolanek modello indicatore di direzione. Ovviamente dopo che si scopre questo piccolo particolare cosa succede che GOLLUM "MA COSA DICE" GHEDINI immediatamente fa un esposto alla procura per sequestrare le immagini...mi continuo a chiedere ma SE SONO INNOCENTI CHE TE NE FREGA DI SEQUESTRARLE?

3 commenti:

  1. 1) - le porcate di questo governo sono esponenziali, l'allievo ha superato di gran lunga il (gran)Maestro: la fantasia di Gelli non si sarebbe spinta a queste vette di anti-democrazia...cazzo, diciamolo, FASCISMO, ormai siamo su quella china...ciliegina sulla torta i complimenti di Bossi ... Visualizza altrosulla segge anti-intercettazioni: Silvio ha avuto fiuto...
    - mi radico sempre piu' nell'idea che ormai non c'e' piu' un granche' da fare: la grandissima indignazione che pervadeva l'opinione pubblica quando porcherie del genere venivano solo proposte, e' ormai un sogno, ed i fascisti( li chiamero' così d'ora in poi, che differenza fa?) lo sanno bene; la prossima sara' la separazione delle carriere dei magistrati...che importa che 4-5 componenti del CSM si dimettano per protesta? il rullo compressore va avanti lo stesso, tanto le coscienze o sono assenti, o addormentate, o stanche, o guardano da un'altra parte...

    RispondiElimina
  2. 2) Gianfranco, diciamocela tutta: guardando i tuoi amici e conoscenti e considerando quelli che tu sai ragionano con la loro testa, in maniera critica, razionale.... ma quanti ne ritrovi oggi con la stessa indignazione, voglia di urlare, di dire NO!... e lo stesso vale per i miei di amici...
    il Referendum prossimo venturo e' una solenne presa per ... Visualizza altroil culo: se non si arriva al quorum o vince il no, resta questa legge elettorale di cacca, dove si vota il partito, il nome dell'eletto ce lo mettono loro... se vince(improbabile) il si, il premio di maggioranza non sara' piu' alla coalizione vincente, ma al partito che ha preso piu' voti(indovina chi?)
    Disobbedienza civile? Chi? Quanti? Come?
    AAAAAAHHHHHGGGGGHHHHH ! ! ! !

    RispondiElimina
  3. Caro Gigi hai ragione, il guaio e che non vedo nessuno indignarsi veramente. Però visto che ormai mi considerano al pari di un direttore di giornale io continuo a scrivere questa in piccolo è disobbedianza civile. Saremo pochi, uno, due 100 meglio di niente meglio che non aver mai detto niente, che essere stati zitti e profondamente incazzati perchè tutto quello in cui ancora credo si trasformi in polvere...di fard di papigirl

    RispondiElimina