martedì 8 dicembre 2009

L'Onda Viola contro gli arresti eccellenti



Il 5 dicembre del 2009 verrà ricordato negli annali come il giorno in cui un pugno di cittadini onesti ha deciso di scendere in piazza al di là dei colori politici per chiedere le dimissioni di Silvio B oppure il 5 dicembre del 2009 verrà ricordato come il giorno in cui sono stati arrestati due pericolosi latitanti di mafia.

Il dubbio mi rode profondamente.


Ultimamente scrivo poco, non perchè ci sia poco da raccontare ma perchè in realtà forse da raccontare c'è talmente tanto che un idea quando prende forma già è stata sovrastata da altri fatti ancora più gravi e quindi parlarne diventa inutile.
Cosa succede al Cavaliere, cosa succede alla sua maggioranza, cosa succede ai suoi difensori. Il mondo così come pensa di averlo costruito in questi anni Silvio B inizia a non seguirlo più, o almeno una frangia di quel mondo perchè purtroppo di italiani creduloni e... "infantili" che ridono alle sue barzellette e ai suoi "simpatici" scherzi ancora ce ne sono tanti...troppi.
Però l'importante e cercare di aprire gli occhi e di svegliare le persone addormentate in un sonno profondo e senza sogni come solo l'oppiacea TV commerciale sa dare e dove il GF10 con le sue gatte morte e le risse per il possesso della pupa di turno è più importante della legalità e del rispetto delle leggi.
Il NO B DAY del 5 dicembre è un esempio di risveglio della coscienza civile, del risveglio dell'anima di un Italia e di quegli italiani che sia in patria che all'estero sono comunque orgogliosi di essere tali e non tollerano di essere rappresentati da un guitto di bassa lega con una corte di guitti ancora più incapaci di lui. In questa giornata dove ovviamente la fa da padrone la guerra delle cifre (siamo un milione!! Ma quando mai sono solo 90.000 e via così...), la vera novità sta nel fatto che di tutte le persone scese in piazza solo una parte ha una reale connotazione politica, gli altri sono solo persone indignate e probabilmente fanno parte della enorme massa di quelli che non sono andati a votare per il disgusto verso tutto quello che negli ultimi 15 anni è legato alla politica in Italia. L'altro dato interessante e che questa protesta è stata trasversale e internazionale con manifestazioni a Parigi, Berlino, Londra, Dublino, Sidney, New York, Monaco, Madrid, Barcellona, Bruxelles... qualcuno dirà che si trattava di piccoli gruppi di persone, di sparuti capannelli di facinorosi ma in realtà in media si è trattato di manifestazioni di circa 300 persone in ogni città e se una manifestazione del genere risulta essere solo un colore in più (viola) nella colorata Times Square di New York, vedere quegli striscioni davanti Brandenburg Tor fa decisamente più effetto e fa sperare in una indignazione non solo italiana ma anche europea.
Ovviamente ritengo molto improbabile che il Cavaliere decida di dimettersi e consegnarsi alla giustizia a causa di una manifestazione, però spero che tutte queste persone siano pronte a votargli contro (non importa il partito, non importa il colore politico basta che sia contro) al momento delle elezioni.
Ma intanto la paura serpeggia nelle stanze di Palazzo Grazioli facendo scendere una nebbiolina tra il lettone di Putin e i bagni della stagione delle "feste" spensierate del Cavaliere.
Spatuzza un pentito di mafia riferisce di una collaborazione tra la Mafia, Dell'Utri e il Cavaliere... PANICO
Ma chi è Spatuzza? Un ex killer sanguinario che collabora con la giustizia e che riferisce elementi tali che dopo severi riscontri stanno portanto alla riapetura dei processi già conclusi sulle stragi degli anni '90, e per questo, come affermava il giudice Caselli alla trasmissione di Fazio, sicuramente meritevole di attenzione quando riferisce qualcosa.
Insomma non lo vogliono lasciare in pace..., e quindi mentre i suoi difensori (parlamentari) modificano un disegno di legge, che già era un terrificante delirio, aggiungendo anche i processi di mafia nel cosidetto processo breve o per meglio dire "morto" (Marco Travaglio non me ne vorrà se uso la sua espressione), bisogna fare qualcosa, bisogna dare un segnale forte al paese per dimostrare che il Governo e il suo "conducator" sono attivi sul fronte antimafia e cosa c'è di meglio di un bell'arresto eccellente con esposizione mediatica a 360° e magari lo stesso giorno del NO B DAY così che i giornali abbiano qualcosa con cui riempire le prime pagine invece di parlare di questi "comunisti facinorosi antiitaliani del popolo di Facebook".
Detto fatto guarda guarda giusto quel giorno vengono arrestati a Palermo e a Milano due dei 30 più pericolosi latitanti in circolazione. Perchè questa notizia mi fa l'effetto del gesso sulla lavagna e mi dà i brividi?
Chi sono gli arrestati? Uno il Fidanzati arrestato a Milano, vecchio boss gravemente malato ormai da anni viene arrestato e tradotto in carcere dove dopo poco tempo viene regolarmente liberato in quanto a causa del suo stato di salute risulta incompatibile con la vita carceraria, e l'altro il Nicchi giovane boss che ultimamente pare abbia pestato calli eccellenti diciamo che a causa di un serio pregiudizio sulla sua incolumità mica è tanto triste di trovarsi in galera (c'è chi dice che addirittura si sia costituito....mah!). Ma queste cose chi le dice chi le sostiene?
Sicuramente non io che sono assolutamente al di fuori da queste vicende, ma un tale Gioacchino Genchi sbirro, sbirro serio, uno di quelli che scovano le cose, che alzano le pietre incuranti che sotto ci puoi trovare il serpente... sbirro serio e per questo esautorato dalle sue funzioni in quanto aveva scoperto troppo.
Vi posto il link ad una conferenza stampa tenuta da Genchi in queste ore su questi arresti ad orologeria...


Dopo aver visto questo filmato credo che il sentimento comune sia di disgusto, che di NO B Day ce ne vogliono tanti ma tanti, perchè solo se tutti alziamo la testa, al di là delle idee politiche, al di là del pensiero, possiamo tornare a vivere in uno stato di diritto, legale, sano e finalmente libero.


Nessun commento:

Posta un commento